Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/378

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite della raccolta papadopoli 329

vacca e da altri documenti argomentava il padre Affò1 che anche lo scudo d’oro fosse stato coniato col nome di Cesare (1550-75) figlio di Ferrante: ho il piacere di far conoscere questo pezzo prezioso desiderato da sì lungo tempo.

[immagine da inserire]


1. Oro (peso grammi 3.17).

D/ — Stemma Gonzaga coronato, il sole divide l’iscrizione: CAESAR • GON • FERO • F • DNS • GVAST.
R/ – Croce ornata + GLORIA • HAEC • EST • SOLA • NOBIS.

Lo Zanetti2 ci avverte che questo scudo fu valutato a Ferrara due soldi meno degli altri, e che a Milano fu bandito nel 16 novembre 1583.


[immagine da inserire]


2. Argento (peso grammi 28.00).

D/ — Ritratto del principe armato, colla sinistra sull’elsa della spada: CAESAR • GON + FERDIRANDI • FIL • D • GVA.
  1. P. Ireneo Affò, Della Zecca di Guastalla. — Zanetti G. A., tomo III, pag. 27.
  2. Zanetti G. A., Opera citata. Tomo III, pag. 33, nota 36.