Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/528

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

documenti visconteo-sforzeschi, ecc. 461
«Fiorini de camera boni de peso libre quatro imper. per caduno.
«Fiorini larghi boni de peso libre quatro soldo uno imp. per caduno.
«Ducati dela testa ducali et venetiani boni de peso libre quatro, soldi dui imperiali per caduno.»

227. — 1465, febbraio 4, Milano. — Grida per le monete reprobe [Reg. Panig. F, 41. — Ambrosiana, Cod. n. 102, Inf. fol. 152 t. — Bellati, mss.].

«Deliberando il nostro Ill.mo Signore per honore de sua Signoria et bene e commodità universale de tutti soi popoli e subditi constringere et reffrenare la inordinata e sfrenata cupidità et avaritia de quilli cativi e scelerati chardiscano commettere defecti nele monete cossi doro comò dargento et sì del stampo de sua exellentia comò daltri ha ordinato, ordina, vuole et commanda per tenore de la presente crida, la quale vuole habia forza de decreto da fir (essere) observato inviolabihnente in modo e forma infrascripti cioè:
«Prima che veruna persona de qualunque stato, grado, condicione, dignità e preheminentia non ardischa nè presuma in modo alcuno dirrecto vel indirrecto, nè sotto alcuno pensato nè quesito colore per sì ne per interposita persona in alcuno luocho subiecto al dominio dessa sua Signoria tondere nè far tondere, minuire nè far diminuire nè per alcuno altro modo corrumpere nè far corrumpere nè guastare moneta alcuna cossi doro comò dargento et cossi del stampo de sua Signoria comò de cadun altri sotto la pena de patire el fuocho in modo che mora. Et oltraciò de la confìscatione de tutti soi beni mobili et immobili da fir (essere) applicata per la terza parte ala du«cale camera, per laltra terza parte al incantatori dela zecha ducale et per laltra terza parte al accusatore irremissibilmente.
«Item che veruna persona comò è dicto di sopra non ardischa nè presuma utsupra scientemente fabricare nè far fabricare nè spendere nè far spendere moneta falza de qualunque stampo essa sia sotto le penne predicte.
«Item che veruna persona utsupra non ardischa nè presuma utsupra cernere nè far cernere moneta forte dala men forte, nè trabucare nè far trabucare, nè fondere nè far fondere moneta alcuna la qual sia fabricata nela zecha ducale sotto la penna del bavere e dela persona.