Pagina:Salgari - I pescatori di trepang.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il golfo di carpentaria 81


gato nel nostro senso e se non può più volgersi liberamente su se stesso, come doveva fare un tempo.

– Capitano – gridò in quell’istante Wan-Horn. – Comincio a udire degli scricchiolìi sotto la carena della giunca.

– Buon segno disse Wan-Stael, alzandosi precipitosamente. Affrettiamo a spiegar le vele, per approfittare del vento dell’est.

Il marinaio, i due giovanotti ed il pescatore salirono sulle griselle (scale di corda), e raggiunti i pennoni sciolsero le controrande, quindi, ridiscesi in coperta, le rande, poi il flocco, il controflocco e la trinchettina.

I selvaggi, accortisi di quelle manovre ed immaginandosi che i superstiti si preparavano a lasciare la baia, si precipitarono verso la spiaggia urlando furiosamente ed agitando le armi.