Pagina:Salgari - I solitari dell'Oceano.djvu/171

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


già doppiato uno dei due promontori, si sbandò leggermente sul tribordo, mentre le sue vele si gonfiavano.

La brezza che nella baia era debolissima, soffiava invece forte al largo e la randa, i flocchi, ed il trinchetto la ricevevano in pieno.

L'argentino con un colpo di ribolla mise la nave a filo di vento, in modo che le vele potessero accoglierlo in poppa.

Subito la velocità dell'Alcione s'accrebbe considerevolmente, sfuggendo alle piroghe dei selvaggi.

Questi, accortisi che la preda stava per sfuggire al loro assalto, avevano ripresi i remi per darle la caccia.

– Un'ultima scarica! – gridò l'argentino. – La nave fila come un piroscafo!

Sao-King, vedendo gli avversari a buona portata, fece tuonare i due pezzi di mitraglia, mentre i pirati, Ioao e Cyrillo scaricavano i loro moschetti.

I selvaggi, ormai demoralizzati, salutarono i fuggiaschi con un'ultima volata di frecce affatto inoffensiva in causa della distanza, poi fuggirono verso la baia per sottrarsi ad una nuova scarica.

– Pare che ne abbiano abbastanza – disse Strong, lieto di quel successo insperato. – Temevo di finire anch'io infilzato in uno spiedo.

Ormai ogni pericolo era cessato. L'Alcione si trovava già lontano e continuava la sua corsa verso il sud, spinto da quella brezza favorevole.

– Dove volete recarvi innanzi a tutto? – chiese Vargas, al capo dei pirati.

– Ve lo dissi già, a Pylstard, se ritenete necessario riparare la nave – rispose Strong.

– Non si tratta solamente di ripararla, bensì anche di rifornirla di viveri.

– Non ve ne sono più a bordo?

– Ve lo dissi già.

– O li avete gettati in mare? – chiese il pirata, guardandolo di traverso.

– Non ne avevamo più.

– Quello che voi mi dite è grave, sangue del diavolo! Chi volete che ci rifornisca di viveri?

– Gli abitanti di queste isole.

– Non hanno che delle frutta e pochi porci. Se ci fosse qualche vascello da abbordare!...

– Spero che voi non avrete la pretesa di considerarci come pirati del vostro stampo – disse Cyrillo, il quale aveva assistito al dialogo.

– Voi farete quello che vorrò io – rispose il bandito con accento duro. – Non dimenticate che siete nostri prigionieri.

– Prigionieri sì, non vostri schiavi – rispose il peruviano con fermezza.