Pagina:Salgari - L'Uomo di fuoco.djvu/172

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


o quaranta metri, col tronco coperto da una corteccia tutta irta di bitorzoli spinosi.

Era un paiva, o albero cotonifero, di dimensioni enormi.

Non erano già le frutta fusiformi della pianta che avevano attratta la sua attenzione, frutta d'altronde non mangiabili, bensì una specie di piattaforma, lunga tre o quattro metri e larga quasi altrettanto, costruita su due solidi rami e sopra la quale svolazzavano cinguettando numerosi uccelli, grossi tutt'al più come un pivione.

– Ci sarebbe lassù da fare una superba frittata, – disse – se la paura di accendere il fuoco non ci costringesse a rinunciarvi. Bah! Ci accontenteremo di sorbire le uova se non saranno troppo passate.

– Che cos'è quella piattaforma? – chiese Alvaro.

– Un nido di tordi tessitori – rispose il marinaio. – Sono uccelli singolari che al pari delle passere repubblicane, amano vivere in società. Lassù potremo raccogliere parecchie centinaia di uova.

– È solido quel nido?

– Può reggere anche un uomo, tanto sono abili costruttori quegli uccelli. Eh, Garcia, saresti capace di dare la scalata a questo paiva? I bitorzoli del tronco ti serviranno benissimo di appoggio purché tu faccia attenzione alle spine.

– Pronto, marinaio – rispose il mozzo. – È un affare spiccio.

– Adagio, mio caro, non tanta furia anzi sii cauto quando sarai lassù.

– Che mi cavino gli occhi quegli uccelli?

– No, sono le vespe che pungeranno atrocemente. I tordi tessitori costruiscono i loro nidi sulle piante che servono d'asilo alle mosche cartone per non essere disturbati dai ghiottoni che mirano alle loro uova.

– E stringono alleanza? – chiese Alvaro.

– Difensiva e offensiva – rispose il marinaio. – Quando i ratti palmisti od altri minacciano di assalire il nido dei tordi per saccheggiare le uova, le vespe accorrono in difesa dei loro alleati, viceversa gli uccelli danno addosso a quei volatili che tentano di rimpinzarsi di vespe.

– È strana!

– Su Garcia, spicciati e come ti ho detto, fa' attenzione alle mosche cartone. Appena ti sei riempite le tasche di uova, scendi subito.