Pagina:Salgari - La Stella Polare.djvu/206

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Ora si vedevano apparire scintillanti, malgrado i vapori che li attorniavano, poi scomparivano, per ritornare a mostrarsi in altra direzione.

Di quando in quando s'udiva uno scroscio violentissimo seguìto da sorde detonazioni, e un'onda correva ad infrangersi contro i fianchi della Stella Polare, sollevandone bruscamente lo scafo.

Era qualche ghiaccio che aveva fatto il capitombolo, fortunatamente fuori di portata della nave.

Talvolta invece si udivano dei rombi che provenivano dal campo di ghiaccio, rombi che si propagavano straordinariamente fra l'umida atmosfera.

Allora si vedevano confusamente fuggire bande di uccelli marini e non pochi passavano fra i cordami della nave.

S. A. R., Cagni ed il capitano Evensen, non stavano un momento fermi. Passavano da poppa a prora guardando se i ghiacci si avvicinavano, e davano ad ogni istante comandi per far deviare la rotta lentissima già, della Stella Polare.

Il timore di venire rinserrati dai ghiacci ed immobilizzati si leggeva sui loro volti. Però conservavano tutti un ammirabile sangue freddo e comandavano le manovre con voce calma e tranquilla.

Intanto i ghiacci ora spinti dal vento ed ora portati dalle onde e dalla corrente, continuavano a girare intorno alla nave. Mentre il banco scendeva verso il sud, gli altri, come se subissero un'attrazione strana, cercavano di saldarsi al colosso.

– Come la finirà?... – chiese Querini al macchinista che era salito in coperta, lasciando il comando della macchina a Torgrinsen.

– Mi pare che cominci a soffiare vento da ponente, signore – rispose Stökken. – Se dura e se si rinforza, spazzerà queste nebbie.

– Sì – disse Andresen che era vicino a loro. – Il vento ha girato e pare che prenda forza.

– Che moto hanno questi ghiacci?... – chiese il tenente.

– Da levante a ponente, signore – disse il capitano Evensen, che s'era unito al loro gruppo. – La corrente polare in questi luoghi deriva verso la Groenlandia, almeno tutto lo fa supporre.

– Ecco una cosa importante da studiarsi. Se si fosse certi della