Pagina:Salgari - La Stella Polare.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


molto quei cetacei.

– Una volta da una sola balena o da un capodoglio si ricavava perfino sessantamila lire; ora l'olio delle balene è molto deprezzato e si è bravi a guadagnarne la metà, e anche non sempre. Sulle nostre coste settentrionali però, specialmente nel Varange-fjord, a Vadsö, si utilizzano anche i carcami delle balene. Un tempo, levata la grascia, s'abbandonava il corpo agli uccelli marini ed ai pescicani; ora invece si rimorchiano i cetacei nel Varange-fjord, e là vengono completamente distrutti, ricavando dall'immensa massa di carne un ottimo concime e dagli ossami del nero-fumo pregiato. È stato il signor Foyn, il così detto re dei balenieri, che ha avuto quella buona idea, ed i suoi grandiosi stabilimenti gli hanno fruttato molti milioni.

– E dite che le balene sono talvolta molto pericolose? – chiese il tenente.

– Molti marinai hanno pagata la loro audacia colla loro vita. Questa sera, durante il quarto, se S. A. R. il Duca non avrà bisogno dei miei servigi, vi narrerò una terribile avventura toccata ad un capitano mio amico, nei pressi dell'isola di Nuova Zembla.

– L'ascolteremo volentieri, capitano – risposero l'ingegnere ed il tenente.

– E se mi permetterete, assisterò anch'io al racconto – disse Andresen. – Le avventure mi piacciono immensamente e condurrò con me anche i due marinai del Duca, se riusciranno a capirvi.

– Sia pure – rispose il capitano, sorridendo. – Basta!... Ecco la penisola di Stadtland. Ci cacceremo entro il canale e navigheremo fra le isole. Eviteremo queste noiose ondate che il mare del Nord si ostina a rovesciarci addosso.

La Stella Polare si trovava allora di fronte all'isola di Vaagso, una delle più considerevoli del Nord Fjord e marciava rapidamente verso la lunga penisola di Ualbinsel Stadtland, nel cui fondo si nasconde la borgatella di Aahjem.

Essendo il mare un po' mosso, anche in causa della ripidità delle coste che producono i così detti flutti di fondo, molto seccanti per le navi, anche se di grossa portata, il pilota aveva consigliato di prendere i canali interni che sono già battuti dai vapori costieri e molto bene delineati, quindi facili a percorrersi.

La Stella Polare,