Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/191

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


CAPITOLO XXII.


Combattimento notturno.


Un pauroso silenzio era tenuto dietro al grido del signor Cordoba. Pareva che gli uomini rimasti ancora a bordo della cannoniera, per un istante fossero rimasti pietrificati dal terrore.

Ad un tratto un urlo immenso d'angoscia s'alzò sulla tolda, echeggiando sinistramente fra le tenebre e perdendosi, lontano lontano sul mare, poi rimbombò una sorda detonazione, mentre una gigantesca colonna d'acqua si slanciava in alto avvolgendo la cannoniera.

L'intera massa della nave, sollevata dallo scoppio del formidabile ordigno di distruzione, mostrò la chiglia, poi ripiombò con orribile fragore nelle acque, rovesciandosi sul babordo, col fianco squarciato dall'esplosione.

Una muraglia liquida, coi margini coperti di candida spuma che spiccavano sinistramente fra l'oscurità, si distendeva rumoreggiando per la baia, sfasciandosi con grande impeto contro le radici dei paletuvieri che si contorcevano disaggregandosi.

Cordoba e lo spagnolo, travolti da quella mostruosa ondata, si sentirono lanciati in alto, poi precipitati in mezzo alla spuma e quindi trascinati a fondo e rotolati ora a manca ed ora a destra.

Quando, passata l'onda, ricomparvero alla superficie, i loro orecchi furono assordati da un furioso fuoco di moschetteria che echeggiava intorno alla baia.

In mezzo alle radici dei paletuvieri, fra le macchie dei palmizi, dietro i tronchi degli alberi, balenavano dovunque lampi, mentre sopra le acque s'incrociavano, con fischi acuti e con strani miagolìi, centinaia e centinaia di palle.

– Lampi!... – esclamò Cordoba, scuotendo la testa per sbarazzare gli orecchi dall'acqua. – Grandina!... Gl'insorti attaccano il mio Yucatan!

Poi alzandosi sopra l'onda che lo investiva lanciò un rapido sguardo verso la piccola baia, dove pochi istanti prima si trovava ancora la cannoniera.

– Più nulla!... – esclamò. – Il legno è saltato!... Speriamo che l'equipaggio abbia avuto il tempo di sottrarsi alla tremenda esplosione. Ehi!... Quiroga!...

– Signore – rispose lo spagnolo che lo precedeva a breve distanza, nuotando disperatamente.

– Vedete la scialuppa?

– Sì, arriva di furia.

– E l'Yucatan? – chiese Cordoba, con apprensione.