Pagina:Salgari - Sul mare delle perle.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

cap. iv. — un naufragio disastroso 55

mare — rispose Amali con orgoglio. — Ne vuoi una prova? Io ho sconfitto i tuoi uomini che erano due volte più numerosi dei miei; ho affondato la scialuppa del principe di Manaar che accorreva in tuo soccorso e ho fatto fracassare anche lo stazionario inglese che ti seguiva in distanza. Credi tu che tuo fratello sarebbe stato capace di tanto?

— Il principe di Manaar! — esclamò Mysora, trasalendo. — E tu l’hai ucciso?

— Se lo avessi voluto a quest’ora riposerebbe in fondo al mare.

— Ah! sei generoso — disse Mysora con voce ironica.

— Più di quanto tu lo creda, signora — rispose Amali, sdegnato. — Stamane ho strappato il principe ad un pesce-cane che stava per divorarlo e questa notte l’ho risparmiato una seconda volta mentre avrei potuto spaccargli il cranio. Come vedi non sono quel bandito che ti hanno descritto.

— Un valoroso non dovrebbe rapire le donne — disse Mysora un po’ raddolcita.

— Sai tu quale odio terribile esista fra me e tuo fratello?

— So che tu sei suo nemico e mi basta.

— Quando io ti avrò portato sulla mia rupe, ti narrerò una tremenda istoria che tuo fratello ti ha sempre nascosta — disse Amali con voce cupa.

— E che cosa vuoi fare di me?

— Lo saprai più tardi.