Pagina:Saul.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO III. 49

Io, senza ferro, a ciascun passo stava
Tra le fauci di morte. Umíl la fronte
Prosternai là nel tabernacol, dove
Scende d’Iddio lo spirto: ivi, quest’arme,
70(Cui s’uom mortal ríadattarsi al fianco
Potea, quell’uno esser potea ben David)
La chiesi io stesso al sacerdote.

SAUL

Ed egli?...

DAVID

Diemmela.

SAUL

Ed era?

DAVID

Achimeléch.

SAUL

Fellone.
Vil traditore!... Ov’è l'altare?... oh rabbia!...
75Ahi tutti iniqui! traditori tutti!...
D’Iddio nemici; a lui ministri, voi?...
Negr’alme in bianco ammanto.... Ov’è la scure?...
Ov’è l’altar? si atterri.... Ov’è l'offerta?
Svenarla io voglio....

MICOL

Ah padre!

GIONATA

Oh ciel! che fai?

Vol. V.