Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/60

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
8 SECRETI


Liquore semplice overo quinta essentia di rosmarino in forma alquanto soda, conosciuto d ogn'huomo, e nessuno sà quel che sia, et è molto giovevole alla peste, et a quegli che patiscono della memoria, e di catarro; percioche giova al capo, allo stomaco, al petto, et a tutti i membri interni; et esterni, et guarisce ogni sorte d'infermità, come ad una per una intenderete, et il simil fa la sua acqua.       Cap.  II.


[Virtù del rosmarino, et della mostra quinta essentia.]QUesto è uno olio, over liquore cavato dal rosmarino, il quale opera mirabilmente, e fa cose maravigliose in ogni genere d'infermità, e massime nella peste, pigliandolo si in acqua, come in liquore, percioche con l'odore et qualità sua, spargendosi in subito per tutto'l corpo, discaccia i vapori putridi e nocivi, e custodisce il cuore d'ogni infetto vapore; percioche dall'inspiratione dell'aria corrotta, e mal affetto, il più sovente s'incorre nella pestilenza. Et questa nostra quinta essentia non solamente giova alla peste (come già detto habbiamo) ma ancor giova in qual si voglia tempo a conservar la sanità. Et se l'assagiarete spesse volte il giorno, vi [Virtù del rosmarino,]aumentarà il calor naturale, et al corpo darà buon nutrimento, percioche in un istante spargendosi per tutt'il corpo, aiuta perfettamente la digestione. Recrea parimente, e conforta questa nostra quin


ta