Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/76

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


24 SECRETI

condo Dioscoride, fanno le sue radice polverizate, e bevute con vino. Ma veramente tutta l'herba con il suo seme hanno le medesime virtù. Giova parimente alle angoscie, et dolori della vescica, e quando ella per debilità destilla, et non può ritener l'orina.

Alle parti vergognose.

La quinta essentia nostra da per se, over composta co'l zucchero, bevuta a digiuno, guarisce la gonorrhea, et con la sua decottione, overo acqua, saranno lavate le ulcere nelle parti vergognose, le guarisce, cosi nelli huomini, come nelle donne.

Alla matrice.

Giova maravigliosamente a tutte le donne, che sono humide, e grasse, e bevendo ancor la sua decottione, overo la sua quinta essentia, le ratifica, e netta la matrice, et aiuta la concettione, et gli provoca il mestro, il parto, le secondine, et le purgationi doppo il parto. Giova anco a i dolori, e ventosità, et alle ulcere della matrice, et in ultimo ritiene i menstrui bianchi, e rossi, bevuta con vino negro austero.

Alle membra estreme.

Vale il rosmarino alli rotti, et alli spasimati, et impianstrato con farina de l'oglio, et aceto conferisce alle podagre, e se alcuno havesse i piedi deboli per lungo viaggio, o per altra causa, et anco se gli dolessero, e fussero gonfie le cosse, le gambe, i piedi, si per i dolor della podagra, come per

Dioscoride l. 3. cap. 72 Theofr. l. 9. c. 12.

Auttore.

Arnal. Dioscoride. Serapione. Rasis.

Theofr. l. 9. c. 12. Dioscoride li. 3. c. 72.

Arnal.