Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/95

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DI MEDICINA. 43

ture condite, et per fichi secchi, over conditi, coriandoli preparati coperti col zucchero, conserva di rose, della nostra quinta essentia del rosmarino, acciò prohibiscano, che i fumi del cibo non vadino al capo, e perturbino la memoria, facendogli poscia venir voglia di dormire. Ogni ripienezza parimente nuovo, e massima quella del vino; pecrcioche vapora al capo, et fa danno al cervello, indebolisce i nervi, et suffoca il calor naturale, onde induce gli accidenti già detti; ma bevuto poco, et temperato, rallegra il cuore, conforta il capo, vivifica i sensi, dilata i spiriti, e li rigenera: l'acqua semplice veramente partorisce danno alla memoria.

Del dormire, et vegghiare.

Guardisi di dormir molto, e supino, et in letto che riscaldi troppo, et sopra la schiena, e con li piedi calzati, et di giorno, et subito doppo il cibo, se non per una, overo due hore doppo, e volendo dormire il giorno per debilità, o per consuetudine, non dorma più di un' hora. Guardisi ancora di non stare molto in otio, percioche egli inhumidisce il cervello, et marcisce il corpo, et il troppo vegghiare, et il molto essercitio, insieme con il coito, et massimamente doppo il cibo assotigliano, dissecono, et risolvono i spiriti, et anco debilitano il cuore, et il cervello. Di quà si potrà considerare, che il dormire nè poco, nè molto, significa gli humori essere proportionati nel capo. Del-

Il mangiare, et ber troppo nuoce.

Il dormire, et vegghiare troppo, et stare molto in otio nuoce.