Pagina:Sella - Plico del fotografo.djvu/257

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

parte seconda. 235

BROMURO DI POTASSIO.

Sai bianco, fusibile, della densità di 2,4, la sua forinola è K Br, il suo equivalente è 118. È facilmente solubile nell’acqua, poco solubile nell’alcool. Scioglie bromo quando è in soluzione e si colora in bruno.

Viene usato in fotografia in concorrenza coll’ioduro di potassio per produrre del bromuro d’argento che viene impressionato dai raggi gialli, verdi e rossi in uno spazio di tempo minore di quello richiesto dall’ioduro d’ argento. Si sostituisce spesso il bromuro di cadmio al bromuro di potassio per produrre sullo strato sensibile il bromuro d’argento, ma l’effetto non è notevolmente migliore in quanto alla sensibilità.

calce.

La calce è composta di calcio e di ossigeno, la sua forinola è CaO, il suo equivalente è 28. Bagnata con acqua si riscalda, cade in polvere, forma la calce estinta, o idrato di calce CaO, HO. L’acqua fredda ne scioglie una quantità fissa e costante, circa del suo peso, perciò una tale soluzione può servire come punto fìsso di partenza nel determinare gli alcali nelle loro soluzioni dilungate col mezzo delle carte reagenti.

La calce estinta assorbe il gas cloro e forma il così detto cloruro di calce CaO,C10-t-CaCI, che è impiegato dagli imbiancatori, e che il fotografo può adoperare per far scomparire le macchie di nitrato d’argento nel modo che diremo.

La calce ha una grandissima tendenza a combinarsi cogli acidi; essa è il meno costoso degli alcali conosciuti, perciò si trova mollo vantaggioso il suo impiego per neutralizzare i liquidi acidi, per decomporre alcune combinazioni saline, ecc. La calce combinandosi coll’acido cloroidrico forma il cloruro di