Pagina:Sella - Plico del fotografo.djvu/274

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
252 chimica fotografica

GOMMA.

Varie sono le qualità della gomma. Quella che a noi importa conoscere è la gomma arabica. Quando questa è pura riceve dai chimici la Corniola C,5 Q M 0’ 1, ed ha per equivalente il n’ 174. È fragile, trasparente, senza odore, inalterabile all’aria, del peso specifico di circa 4,40. Si scioglie nell’acqua fredda, e più facilmente nell’acqua calda, producendo una mucilaggine più o meno densa che viene frequentemente utilizzata. La gomma è insolubile nell’alcool e nell’etere. I droghieri ne vendono di quella in sorte bianca, di quella scelta, di quella minuta, bruna, in pezzi, ed in polvere.

CITTA PERCA.

Abbiamo già parlato di questa sostanza trattando del cautschouc. Essa è preziosa pel fotografo che viaggia, imperocchè può rimpiazzare in molte circostanze il fragile vetro nel fabbricare i bacini, gli imbuti, le boccie, ecc.

IODIO.

Questo corpo semplice, che ha molle proprietà analoghe a quelle del cloro e del bromo, si estrae, col mezzo dell’acido solforico e del biossido di manganese, dalle ceneri di alcune piante che crescono sulla riva del mare, nelle quali si trova allo stato di ioduro di sodio.

È solido, grigio nerastro, con splendor metallico. tinge la pelle in giallo, ha un odore acuto eccitante la tosse; il suo