Pagina:Serra - Scritti, Le Monnier, 1938, I.djvu/477

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


430 NOTIZIA SUOLI SCItlTTI IH liKSATO SEIMiA 1910. l’ER UN CATALOGO. (Voi. I, pagg. 71-99). Dello scritto Per un catalano -le ultime nove pagine del sesto Quaderno della Voce — eccello imiìulici righe della line —, furono stampate col titolo Carducci <■ Croce nella prima facciata de La Voce giornale, del 22 dicem¬ bre 1910 (a. 11, n. 54). Le presentava con una breve nota anonima, supponiamo, il Prezzolili! ; il quale, allu¬ dendo alla cosiddetta « Polemica carducciana » che si svolgeva allora su parecchi periodici con la partecipa¬ zioni' di scrii tori di varie tendenze, scriveva, tra l'al¬ ito: «Dunque entriamo anche noi nella contesa? Nom¬ inoli por sogno. So pubblichiamo questo scritto di Renato Serra, ohe risale al settembre, è |ier dare un saggio del sesto dei Quaderni della Voce in corso ili stampa ». Di questo studio, che per il Serra significar.-! la fa¬ tica e il pensiero di parecchi mesi, e doveva rappresen¬ tare la parto inedita del Quaderno (e per le primo di¬ ci otto pagine Infatti la rappresentò), si hanno frequenti accenni n<AV Epistolario. Il Serra no scrive, il 1" settem¬ bre 1910. a Luigi Anibrosini. che preparava una rivista • li letteratura — «letteratura dì umanisti o meglio di dilettanti », come commentava Serra al Croco lE/i., 331) — por l'editore Bocca ili Torino, proponendogli iper parto sua. tra l'altro, anche uno scritto su « Scrittori d'Italia, Croce e Carducci, e il nostro punto di parlon¬ za: venti cartelle scritte (a pozzi e frammenti), il resto apparecchialo nella mente» (/•,’/<.. :!.‘i4). E cosi ilo fa (‘oli¬ no, per quanto fuggevole, nella lettera del •'! settembre i Ep„ 3371. o mollo più distesamente in quella dei 10 set¬ tembre. sempre indirizzate airAmbrosini.