Pagina:Sopra lo amore.djvu/164

Da Wikisource.
158 marsilio ficino
Cap. VIII — Esortazione allo amore, e disputa de lo amore semplice, e dello scambievole ||
 pag. 37
Cap. IX — Che cercano gli amanti ||
 41


Orazione III.

Cap. I — Che lo amore è in tutte le cose, e inverso tutte, creatore di tutte, e maestro di tutte ||
 42
Cap. II — Come l’amore è fattore e conservatore del tutto ||
 43
Cap. III — Come l’amore è maestro di tutte le arti ||
 45
Cap. IV — Che nessuno membro del mondo porta odio all’altro ||
 47


Orazione IV.

Cap. I — Dove si pone il testo di Platone della antica natura degli uomini ||
 48
Cap. II — Come si espone l’opinione di Platone de la antica figura degli uomini ||
 50
Cap. III — Che l’uomo è essa anima, e che l’anima è immortale ||
 52
Cap. IV — Che l’anima fu creata con due lumi, e perchè ella venne nel corpo con due lumi ||
 54
Cap. V — Per quante vie l’anima ritorna a Dio ||
 55
Cap. VI — Che l’amore porta l’anime in cielo, distribuisce i gradi della beatitudine, e dà gaudio sempiterno ||
 58


Orazione V.

Cap. I — Che lo amore è beatissimo, perchè egli è buono e bello ||
 60
Cap. II — Come Cupidine si dipigne: e per qua’ parti della anima si conosce la bellezza, e generasi l’amore ||
 61
Cap. III — Che la bellezza è cosa spirituale ||
 64
Cap. IV — Che la bellezza è lo splendore del volto di Dio ||
 67
Cap. V — Come nasce lo amore e l’odio: e che la bellezza è spirituale ||
 70
Cap. VI — Quante parti si richieggono a fare la cosa bella: e che la bellezza è dono spirituale. ||
 72