Pagina:Storia della geografia (Luigi Hugues) - 2.djvu/256

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 250 —


Primo, in ordine cronologico, si presenta Giacomo Giraldi, veneziano, uno dei più attivi e valenti cartografi della prima metà del secolo XV. Di lui rimangono quattro atlanti (dal 1426 al 1446), ciascuno dei quali si compone di sei carie rappresentanti il Mediterraneo, le coste oceaniche dalla Scozia al Marocco meridionale e, sopra una scala maggiore, il Mare Adriatico.

Già nel più antico (1426), che appartiene alla Marciana di Venezia, si vedo chiaramente delineata la navigazione, distinta per rombi, alle isole Madeira, Canarie ed Azzorre. Queste ultime portano i nomi di Is. dei Corvi marini, Is. dei Conigli, Is. de Ventura, Is. dei Colombi, Is. de Braxil, ecc. E che il cartografo tenesse dietro premurosamente alle scoperte dei Portoghesi della prima metà del secolo, è dimostrato chiaramente da che, per la prima volta, appare nell’atlante del 1426 il nome di Madeira colla forma alquanto corrotta dì Madiera, invece dell’antico nome italiano Isola do legname.

Del genovese Giovan Battista Bechario è specialmente importante la carta nautica del 1435, appartenente alla Biblioteca Nazionale di Parma, e rappresentante l’Irlanda, la Scozia, l’Inghilterra, la Francia, la Spagna, le sponde occidentali dell’Africa, l’Italia, la Dalmazia, l’Albania e parte della Grecia. L’Irlanda, recante il motto: Irlanda quae Ibernia dicitur, è tutta circondata da numerosissime isoletta varie di forme e dì colore: ad occidente campeggia la grande isola de Brazil, di forma ipotetica circolare, quale vedesi nel Portolano dei Pizigani.

Le Azore sì succedono da settentrione a mezzodì nel seguente ordine: Corno maximo, li conigi, San Zorzo, insula de ventura, Collonbi, insula de Brazil, Caprara, Lovo. Al sud di quest’ultima è la nota: Insule fortunate sancti Brandany. Sono delineate quindi Porto Sancto e l’insulla de legname, e, a mezzodì di esse, le Canarie, allineate da occidente ad oriente, cioè Ferro, Palma, Gomera, l’insulla del Ninferno, Canaria, Forleventura, Vegi marin, Lanzerotto Maloxello, Alegranza. Tra il gruppo di Madeira e le Canarie sono rappresentate le insulle deserte e le insulle salvagge, queste ultime come altrettanti cerchietti rossi, così disposti da formare nel loro insieme un triangolo equilatero.