Pagina:Storia della geografia (Luigi Hugues) - 2.djvu/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 84 ―


Dal Talas i viaggiatori si diressero ad oriente, lungo il piede settentrionale della catena Alexandra, e, percorrendo la grande strada militare, costrutta da Ginghiz-Khan, che conduce dalla Zungaria all’Asia occidentale, ed è, ancora in oggi, la più importante linea di comunicazione tra il bacino dell’Ili e quello del Syr, giunsero al paese alpestre dei Caracatai (Karakithan) e ad un gran fiume che essi passarono in battello. Siccome ad oriente della gola di Buam la catena Alexandra è continuata dall’Alatau transiliano, e da questo gruppo si distaccano, sul fianco settentrionale, molti rami, tra cui uno dei più importanti è quello che determina la cintura occidentale, o sud-ovest, del bacino dell’Ili, così è evidente che le montagne dei Caracatai corrispondono alla sezione settentrionale dell’Alatau, ed il grande fiume accennato nella relazione era quello conosciuto in oggi col nome di Ili, ed è il principale affluente del lago Balchasch.

Al di là dell’Ili i viaggiatori entrarono in una valle, nella quale erano le rovine di un’antica fortezza circondata da mura di fango, e poco dopo giunsero ad una città per nome Equius, i cui abitanti, maomettani, parlavano la lingua persiana, quantunque il loro paese fosse molto distante dalla Persia (longissime tamen erant a Perside). Attraversata quindi una catena che dipendeva dagli alti monti del sud, penetrarono, il dì 18 di novembre, in una fertile valle limitata sulla destra da montagne, e sulla sinistra da un gran lago avente un perimetro corrispondente a 25 giorni di viaggio. In quella pianura era una grande città per nome Cailac, centro importante di commercio, e frequentata da molti mercatanti.

Alla relazione del Rubruk corrispondono perfettamente le condizioni oro-idrografiche della regione a settentrione dell’Ili. Questo fiume è, nei dintorni della città di Iliisk, fiancheggiato, sulla sinistra, da una pianura vallosa: a settentrione di questa si innalzano i primi avamposti meridionali, o sud-ovest, dell’Alatau Zungaro, e, a settentrione di essi, si allarga la valle limitata ad oriente dalla massa principale dello stesso Alatau, ed estendentesi, nelle direzioni di occidente e di N.-O. sino alle