Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/578

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
560 Indice

247. sue vicende dopo la guerra del Peloponneso II. 117. seg. al tempo dei Macedoni 258. segg. della Lega Achea 272. guasto, e rovine fattivi dal re Filippo 274. e da Silla, e monumenti portati a Roma 296. seg. suo stato al tempo d’Augusto 326. statue in bronzo, che v’erano ancora al tempo di Plinio 364. stato delle scienze, e delle arti al tempo di Costantino, e dopo 414. rovine fattevi dai Goti, e monumenti rimastivi 419. sue mura come rifatte al tempo di Temistocle III. 319. Vedi Roma.

Ateneo scultore, sua epoca II. 282.

Ateniesi, loro indole 144. loro vanità nel credersi gente nata nello stesso paese 16. i giovani portavano la clamide 440. furono i primi fra i Greci a camminare senz’arme II. 177. Vedi Cappello, Egina, Scarpe.

Atenione incisore in gemme, suo Giove, che fulmina i Giganti II. 50.

Atenodoro, vedi Agesandro .

Ati privato de’ genitali 3S6.

Atlanti, che siano 115. II. 332. III. 95.

Atleti si ungevano con olio III. 260. loro premio in Grecia in che consisteva 94. I. 225. onorati anche colle statue 26. 251. fin a qual tempo II. 267.

Atreo col figlio di Tieste suo fratello, da lui ucciso, sulle spalle, rappresentato in una statua II. 400.

Attalo, autore di tessere l’oro con varie materie 403.

Attico, lavori, che fece fare in Grecia, ed altri, che ve ne comprò II. 294. 297. seg.

Attiliano scultore II. 370.

Atrolo scultore, e architetto 27.

Augusto portava quattro tuniche 437. suo costume di contrafare un mendico in un giorno dell’anno, e perchè II. 421. suo difetto in un occhio I. 386. sue sovraciglia 369. orrore, che aveva alle tenebre, e sua maniera di dormire dopo il pranzo III. 76. 78. favorì le arti, e ornò Roma di monumenti II. 517. abitò la casa di Ortensio sul Palatino, conservandola nella stessa simplicità III. 25. sua villa in Anzio II. 356. immagini, che se ne hanno 331. suo preteso busto in bronzo nel ninfeo Ercolanense I. 377. II. 126. Vedi Mausoleo, Tempio.

Avignone, tempo, che vi stette la Santa Sede III. 362. 369.

Avorio, lavori fattine dagli antichi 25. segg. arte di ammollirlo 27. si calcina naturalmente 29. Vedi Democrito .

Aurora, rappresentata con larga cintura 411.

Austro, suoi maligni influssi 52. III. 57.

Azione, che sia in termine d’arte 328. seg.

Baccanali vennero dalla Grecia in Etruria, e dall’Etruria in Roma, e quando vi furono proscritti 216. II. 158. III. 450. Vedi Orgie.

Baccanti, discinte 414. con anelli alle gambe 455. loro grazia II. 119.

Bacco giovane, sue forme 299. sue figure colle gambe incrocicchiate 333. coi genitali di forma particolare 386. colore dato alle sue vesti 403. Vedi Orgie . Coll’usbergo II. 265. Indiano, o Orientale, barbato I. 300. seg. III. 512. sue teste dette erroneamente di Mitridate I. 301. sue figure in tanti bassi rilievi dette Trimalcione 293. II. 103. flatua coll’iscrizione di Sardanapalo III. 511. seg. suoi ornamenti, e simboli portati da varj sovrani 418. Nittelio, o Notturno rappresentato sopra una cista mistica coll’abito stellato II. 146. Gunide, o Muliebre, vestito da donna III. 258.

Bachelier, suoi tentativi sulla pittura encaustica II. 79.

Baci, gare pubbliche fatte in Grecia a chi li dava più soavi 242. perchè dati ai moribondi III. 424.

Bagni, molti di forma rotonda si credono erroneamente tempj III. 71. come erano illuminati presso gli antichi Romani 72. vi si adopravano chiavi d’argento alle fontane 74. II. 391. uso di essi in Grecia, e in Roma 14. Vedi Strigili, Terme .

Baja, sodezza straordinaria dell’intonaco della sua Piscina III. 38.

Balbec, sue fabbriche, ove gli stipiti delle porte sono ornati di fogliami III. 89. suo tempio a tre navate 79.

Balduino, guasto da lui fatto alle statue di bronzo in Costantinopoli II. 424.

Bambagia, vedi Cotone .

Bandinelli Baccio, suo restauro al gruppo di Laocoonte, e sua copia di quello II. 144. III. 455

Banditori, vedi Collo.

Barba puntuta, o cuneiforme data a Mercurio 183. seg. la prima, che si radevano i Gentili, l’offerivano alle divinità 190. 261. rimedio usato dalla gioventù romana per impedire che non venisse fuori 283. fin a qual tempo fu portata in Roma II. 154., e in qual età si cominciava a raderla 308. calamistrata, o arricciata quando cominciò a portarsi III. 4. in Grecia si cominciò a raderla ai tempi d’Alessandro il Grande II. 207. seg. Vedi Spartani, Mustacci.

Barbari, figure, che li rappresentavano, come vestite 407. sovrani, loro statue, perchè ordinariamente di porfido 404. se abbiano rovinata Roma II. 419. III. 268. segg. se abbiano fatti i buchi, che si vedono in tante fabbriche 276. seg. Vedi Goti, Vandali.

Barbier Giacomo de Noisy architetto, sua definizione del creduto tempio della Concordia a Girgenti III. 495. segg.

Barbieri, quando vennero in Roma la prima volta II. 154.

Barbito, specie d’Arpa II. 64.

Basalte, sua natura, origine, e sue varie qualità 128. scrittori, che ne hanno parlato


II. 315