Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/580

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
562 Indice

Bufale, se conosciute dagli antichi 392.

Bularco pittore, suo quadro pagato a peso d’oro 161.

Buonarruoti Michelangelo, difetti del suo stile 205. messo in paragone con quello di Raffaello d’Urbino 260. sceglieva forme ordinarie anche nelle opere più degne, come nelle figure del Salvatore 311. crudeltà a lui attribuita per farsi un modello II. 229. il Torso di Belvedere era la sua delizia I. 205. III. 229 suo modello delle nuove gambe dell’Ercole di Farnese 459. sue novità negli ornati d’architettura 106. suo finestrone al palazzo de’ Conservatori in Campidoglio 91.

Bupalo, come rappresentò il primo la Fortuna II. 167. 219.

Busso, se ne facevano tavolette per disegnare II.74.

Cabria, atteggiamento della sua statua se sia lo stesso del preteso Gladiatore di Borghese II. 362. III. 463.

Cadmo insegnò le lettere ai Greci 12.

Caduceatori, vedi Araldi.

Caduceo portato dagli araldi in segno di pace II. 206.

Calade pittore di soggetti ridicoli II. 73.

Calamide scultore, suo stile duro II 108. sua epoca 214. valente nel far cavalli I. 387. sua statua di Sosandra in che lodata II. 108. suo Mercurio Crioforo III. 448. Vedi Apollo .

Calamo, forte di giunco usato dagli antichi per scrivere, donde veniva III. 194. come si tagliava, e con quale strumento 195. Vedi Penna.

Calasiri, veste egiziana 95.

Calcagni, vedi Calzari.

Calcina, sua invenzione III. 163. come si preparava dai Romani 25. seg. come per il tempio di s. Sofia rifatto da Giustiniano 26. se ne metteva più che di materiali 27. fatta in Roma, e fuori in varj tempi coi monumenti dell’arte 317. segg. 399. anche al tempo del risorgimento sotto Giulio II., e Leone X. 373. segg. Vedi appresso le aggiunte, Ostia.

Caldei, primi a coltivare le arti del disegno 4.

Caligola nocque alle arti II. 339. fece fare navi di cedro 130. statue da lui fatte trasportare dalla Grecia 559. voleva anche far trasportare il Giove di Fidia ivi, sue figure 340. carneo posseduto dal sig. gencr. Walmoden 30. Vedi Anzio .

Callicratide architetto III. 181.

Callimaco scultore, e architetto, quando visse II. 95. inventò il trapano, e il capitello corintio 96. I. 450. III. 59. seg. lavorò in bronzo una danza di Spartane: se sia almeno copia di esse il bassorilievo del museo Capitolino col nome di lui II. 95.

Callisseno scultore II. 282.

Callistrato scultore II. 282.

Catione d’Egina scultore II. 107. 169. seg. 218.

Callone d’Elide scultore II. 169.

Calpurnia, sua statua come fosse II. 405.

Calzari, diversi erano presso i Greci, e presso i Romani 447. colore, e forma presso questi ivi, forma di quelli dati alle figure eroiche, mezza luna portatavi sopra per ornamento dagli Ateniesi, e dai Romani ivi, dei pastori, e contadini, vedi Perone . Delle donne, loro varia forma, e colori 425. seg. varie suole, e sughero, che vi si metteva dentro, e perchè 426. col tacco alto, e di quale materia 429. Vedi Coturno. Si facevano anche di una specie di corda sì per gli uomini, che per le donne ivi, come si allacciavano ivi. Vedi Cornelia.

Calzoni usati dagli antichi 439. di qual forma erano quelli dei comici 229.

Cambise, spoglio che fece di monumenti in Egitto 79. se vi abolisse il culto egiziano, i geroglifici, l’uso d’imbalsamare i cadaveri 70. seg. 111. condusse di là in Persia degli artisti, che lavorarono alle regie di Sud, e di Persepoli 137.

Camere, loro soffitto III. 79. volta 80. 83. grandezza, e da letto ivi, 204. come erano decorate 101, seg. come si riscaldavano 84. 209. Vedi Finestre .

Camicia, malfatta dai moderni artisti alle figure degli antichi 409. Vedi Sottoveste .

Camillo, perchè rappresentato senza tunica 437. 442.

Cammini, se fossero in uso presso gli antichi per riscaldare le camere, e per le cucine III. 84. 210 segg. Vedi Fumo, e Fumaiolo.

Campania, posseduta dagli Etruschi, poi occupata dai Greci, che vi fanno fiorire le arti 210. città ivi fondate da questi 211. Vedi Monete, Vasi di terra cotta .

Campidoglio, incendiato dai Vitelliani II. 2$. dalle truppe d’Enrico IV. III. 338. conceduto ai monaci Benedettini di s. Maria d’Araceli dall’antipapa Anacleto II., e in quale stato 357. seg. vi si faceva prima il mercato trasportato poi alla piazza Navona, e quando ivi.

Campo Marzo, quando abitato ne’ bassi tempi III. 325. 344.

Canace, vedi Macareo.

Canaco scultore, sua epoca II. 218. durezza del suo stile 107. 170. 218. seg. sua Musa con due tibie 182. altra ancora esistente creduta sua opera 219.

Candidati in Roma si presentavano al popolo senza tunica, e perchè 437.

Cani rappresentati dagli artisti 387. figure, che se ne hanno ivi, maltesi stimati dagli antichi 101. spartani, o levrieri, figure, che se ne hanno 391. cane in bronzo conservato nel tempio di Giove Capitolino, e come custodito 387. Vedi Animali, Cinocefalo, Genj, Lari.


II. 315