Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/591

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

delle Materie 573

figure virili 383. nelle feminili ivi. Vedi Caracci, Mengs. In Roma si usava da taluno di portarle infasciate 439. anelli, che vi si portavano pei ornamento, vedi Anelli.

Gangheri antichi, vedi Cardini.

Causapum, sorta di veste 110.

Gazola conte, fu il primo a far conoscere le antichità di Posidonia, o Pesto III. 3.

Gela, fu fondata dai Dori, e dagli Jonj, e quando III. 118. Vedi Monete.

Gemini, come rappresentati ne’ primi tempi 7, Vedi Dioscuri.

Gemme incise, e carnei, pietre usate per esse, e maniera di lavorarle presso gli antichi, e i moderni 203. II. 26. se gli antichi vi usassero la lente 17. III. 209. 352. per accrescere ad esse il fuoco vi si metteva sotto una foglia d’oro, o d’oricalco 86. II. 28. III. 86. opere più eccellenti degli antichi Greci 29. seg. degli Etruschi I. 185. Vedi Costanzo, Persiani, Vetro.

Genj, colla pelle di cane III. 432. Vedi Lari. Come rappresentati in una pittura dei sepolcri di Tarquinia I. 193.

Genio alato della villa Borghese, sua particolar bellezza 295. 347.

Genitali, loro forma 386. Vedi Apollo, Bacco.

Genserico re de’ Vandali, prende Roma, ne porta via cose preziose, e statue di bronzo, che poi periscono in mare III. 170. quanto ci si trattenne 277. Vedi Panteon.

Gentili, loro vicende in Roma nel IV. secolo dell’era cristiana II. 413. III. 279. in tutto l’impero II. 413. Vedi Capelli, Giuliano l’apostata, Religione, Tempj.

Germanico, creduto rappresentato nell’agata di s. Dionisio a Parigi xxxj. sua creduta statua a Versailles con una testuggine ai piedi, e perchè II. 338. seg. III. 449. sua testa II. 339.

Geroglifici, su quali monumenti egiziani si vedano 15. 82. 111. fin a quando durasse la scienza, e l’uso di essi ivi. Vedi Cambise.

Gesso, statue, e idoli fatti di esso 41. II. 8. Vedi Crisippo. Usato per modelli, e per copiare le statue ivi. Vedi Statue.

Gesù Cristo, vedi Salvatore.

Giacinto, tregua fatta dagli Spartani di 40. giorni per celebrare la sua festa II. 187.

Giacomo di Gio. d’Arlotto degli Stefaneschi, rovina, che meditava delle antiche fabbriche di Roma III. 361.

Giano, vedi Tempio di Giano.

Giardoni Francesco, Angelo da lui gettato in bronzo nel Castel s. Angelo III. 393.

Giasone, suoi capelli biondi 379. sua (tatua detta volgarmente Cincinnato II. 328. come uccidesse i guerrieri nati dai denti seminati, e se sia rappresentato nell’atto di ucciderli in tante urne etrusche III. 433. suoi Amori con Medea rappresentati sopra un vaso di terra cotta I. 231.

Ginnasj, e palstre, erano luoghi d’esercizio per la gioventù, ove concorrevano gli artisti a studiar le forme più belle 279. vasi di bronzo, che vi si tenevano III. 192. Vedi Mitridate.

Ginocchioni, vi si prostravano gli antichi per atto di rispetto a qualcuno, o per chieder grazie, e così rappresentansi nei monumenti 540 seg. Vedi Nixi aii.

Giovannangelo Montorsoli fra, vedi Montorsoli.

Giovanni antipapa, come castigato in Roma III. 329. seg.

Giovanni di Bologna, suo Marte in bronzo nella villa Medici xxvij.

Giove, sue forme 303. suoi occhi 367. somiglianze del leone a lui date 286. colore dato al suo panneggiamento 403. col capo coperto del manto 445. col modio 304. detto moscajuolo, e perchè 174. guerriere, o conduttore d’eserciti II. 265. suoi cavalli alati III. 468. Vedi Atenione. A cavallo d’un Centauro I. xxviij. 445. con Mercurio, ed Alcmena rappresentati in maniera comica sopra un vaso di terra cotta 228. seg. in atto di partorire Minerva 185. 331. e Bacco II. 73. Vedi Ctesiloco. Sua statua di bronzo in Campidoglio, di quale altezza fosse 175. Vedi Fidia, Tempio.

Gioventù, età della maggior bellezza 279. Vedi Barba, Capelli, Platone.

Girgenti, sua fondazione III. 128. popolazione 506. sue fabbriche quando fatte 127. tempietto, chiamato volgarmente Oratorio di Falari 113. presa, e saccheggiata dai Cartaginesi 121. 506. Scipione Africano il secondo vi riporta i monumenti toltine da essi II. 356. Vedi Tempio.

Girone, ne’ baffi tempi significava torre III. 388.

Giulia, figlia di Tito, sua testa colle ciglia unite 369. altra incisa in gemma da Evodo II. 29.

Giuliano l’apostata, sua superstizione II. 8. rimette la religione de’ Gentili, e fa riaprire i tempj 413.

Giulio Romano, suo stile II. 139.

Giunone, suoi tratti del volto, suoi occhi, e diadema, ai quali si riconosce 316. 367. sua figura con una tenaglia in mano, e perchè 177. sua statua in atto di allattare Ercole, o Marte 290. Lanuvina colle scarpe repande, tacco alto, e pelle di capra nelle medaglie, e sua statua 427. III. 442. Vedi Policleto. Lacinia, e Lucina, vedi Tempio. Colla cuffia I. 194. 232. Vedi Omero.

Giuochi della Grecia, il premio di essi ne’ primi tempi era un vaso di terra cotta 225 o di varj metalli III. 94. in quelli fatti a Me-