Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/592

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
574 Indice

gara si ergevano pietre col nome del vincitore I. 251. Acasto figlio di Peleo li celebrò in Argo 375. Istmici, fatti a Corinto in onor di Nettuno anche dopo presa la città dai Romani II. 287. si facevano ogni tre anni 187. 288. Vedi Sidone. Nemei, furono istituiti dagli eroi, che andarono contro Tebe, per la morte d’Archemoro, e si facevano anche ogni tre anni III. 471. Olimpici, si facevano ogni quattro anni II. 187. la vittoria in essi era il maggior grado d’onore I. 252. il premio fu poi una statua 250. segg. e fin a quando II. 267. furono trasportati da Siila a Roma 297. Pitici furono istituiti da Apollo a Desso per ogni tre anni I. 251. II. 360. in tempo di guerra si faceva tregua per non tralasciarne alcuno al tempo solito 187. come influissero sulle belle arti ivi, I. 250. segg. Vedi Danao, Enomao, Icario, Romani.

Giustiniano imperatore, sue immagini II. 420. legge da lui fatta in favore della pittura 421. e delle fabbriche di Roma III. 304. fabbriche da lui erette in tutto quasi l’impero ivi, II. 424. rifabbrica la chiesa di s. Sofia in Costantinopoli, ora fatta moschea ivi, conservazione di essa III. 4. Vedi Calcina, Cizico, Mattoni.

Giziada scultore, e poeta II. 166. 178.

Gladiatori, quando se ne introducesse l’uso in Grecia II. 204. in Atene, e in Corinto I. 245. in Etruria, e in Roma 170. laquearj come si battessero II. 205.

Glaucia d’Egina scultore II. 171. 181.

Glauco, dio marino, come rappresentato 307.

Glauco di Messene scultore II. 171.

Glauco di Scio, inventò di saldare il ferro col ferro II. 36.

Glirone filosofo, vedi Licone.

Glicone scultore, sua epoca II. 285. sua statua dell’Ercole di Farnese, ed eccellenza di essa ivi, quando portata a Roma 411. III. 460. forma delle lettere della sua iscrizione ivi. Vedi Buonarruoti, Guglielmo della Porta.

Gnajo incisore in gemme, suo Ercole nel museo Strozzi in Roma II. 315.

Gnido, suoi medaglioni colla Venere di Prassitele II. 424. Vedi Prassitele.

Gocce nei cornicioni dei tempj, come si facessero anticamente III. 46. Vedi Triglifi.

Gorgaso, vedi Damofilo.

Gorgia, inventò l’arte oratoria propriamente detta 147. II. 105. 179.

Gorgoni, come rappresentate 324.

Goti, danni che hanno fatti nella Grecia II. 418. seg. sotto Alarico prendono Roma, e danni, che vi fanno III. 268. seg. di nuovo sotto Ricimere la saccheggiano 274. sotto Vitige la stringono d’assedio, e tagliano gli acquedotti ivi, sotto Totila la riprendono, e rovine, che vi fanno ivi. Vedi Totila. Ne sono cacciati per opera di Belisario, e di Narsete 275. 304. se abbiano rovinati gli obelischi 342. Vedi Barbari.

Governo, quanto influisca sulle arti 55.

Gracco Tiberio fu ferito in testa III. 446. Vedi Scudo.

Gradino, strumento da lavorare le statue, quando abbia cominciato ad usarsi III 263.

Granito, pietra d’Egitto, sua origine, e varie specie 126. 131. 133. si trova anche in altre parti d’Europa, e altrove ivi, se gli antichi lo facessero ad arte 127. III. 24.

Grazia sublime, suo carattere II. 114. seg. piacevole 166. seg. bassa, e comica 118 seg. nei puttini, Baccanti, e Satiti 119. dello stile bello in che consista 112.

Grazie, come rappresentate ne’ primi tempi 7. vestite dai più antichi Greci 178. 320. 449. poi facce nude 314. 316. loro figure 320. Vedi Socrate.

Greci, loro ingegno 50. maniera di pensare, e di esprimersi 54. Vedi Poeti. Loro indole 244. come diversa da quella dei Romani ivi, segg. educazione 248. Vedi Compostezza. Inclinazione per l’ozio, e passatempi II. 237. quando abbiano cominciato a mantenere, e addestrare cavalli 211. differenza tra di loro nei costumi I. 56. dell’Asia minore, loro miglior clima si. loro belle forme, e anche oggidì 49. segg. stima, che facevano della bellezza 242. somiglianza, che gli Egiziani pretendevano di avere con essi I. 45. se abbiano imparate le arti dai Fenicj, o dagli Egiziani 10. 12. se da quelli abbiano adottata la mitologia 13. 16. quando si siano stabiliti in Egitto migliorandovi le arti, e introducendovi la loro lingua 79. Vedi Canopo. Arti presso di essi 239. seg. cause, che influirono a perfezionarle 141. segg. epoca più felice dalla fuga di Serse fino alla guerra del Peloponneso II. 179. seg. al tempo di Pericle 188. III. 475. varj stili nella scultura, e statuaria, antico II. 89. suoi caratteri 97. detto simile all’etrusco I. 180. segg. imitazione fattane ne’ tempi posteriori II. 99 stile sublime 106. monumenti, che ce ne rimangono 109. stile bello, suoi caratteri 110. stile d’imitazione, che portò la decadenza delle arti 12. suoi caratteri 130. Vedi Stile, Tebe. Se determinassero a occhio le proporzioni 7. I. 121. seg. loro maniera di fabbricare di pietre grandi, e squadrate III. 475. seg. quando abbiano portate le loro arti in Italia 467. Vedi Demarato, Grecia. Loro mitologia rappresentata dagli Etruschi con qualche differenza I. 169- Vedi Disegno, Platone.

Grecia, suo clima 241. governo 246. suo stato, e circostanze dopo la guerra di Troja 168. sue circostanze infelici dopo l’olimpiade I. II. 174. fu occupata da tiranni ivi, quando se ne liberasse 176. suo maggior lustro, potenza, e fabbriche inalzate III. 474. seg. vi-


II. 315