Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/594

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
576 Indice

Ipocausto, vedi Stufe.

Ipparco, quando ucciso, e perchè II. 181.

Ippolito e Fedra, se siano rappresentati nel gruppo detto di Papirio e sua madre II. 345.

Ippolito s. vescovo di Porto, sua statua II. 404.

Ipponatte poeta, sue pretese satire contro Bupalo II. 167.

Iscrizioni dei nomi degli artisti fin a quando si fecero sul corpo delle statue II. 171. 210. greche poste alle statue di Romani fatte in Roma, che argomento diano 158. sui vasi così detti etruschi 70. I. 217. nelle più antiche monete greche vanno da destra a sinistra II. 89. Vedi Scrivere. Gentili adattate dai Cristiani ai sepolcri, e come 415. in quelle degl’imperatori sovente si cancellava il solo nome per sostituirvi quello di altro imperatore ivi, con accenti, correzioni, e linee III. 200. 490. Vedi Ortografia. Scritte in due lingue greca, e latina 249. 350 come le riferivano gli scrittori posteriori 467. differenza tra le pubbliche, e le private II. 325. Vedi Lettere, Nomi, Statue.

— greche riportate, e spiegate, d’Antioco scultore II. 571. di Bupalo alla base di una statuetta della Fortuna in bronzo 167. di Critone e Nicolao scultori 517. di Demostene 255. di Dioscoride di Samo 382. di Eutiche scultore 247. di Fidia ed Ammonio scultori 136. di Leocare alla base della sua statua di Ganimede 222. di Licinio Prisco sacerdote 315. di Lisania figlio di Dionisio 371. di Mitridate sopra un vaso di metallo 283. III. 192. 200. di Severa figlia di Strimonio II. 133. di Solone figlio di Didimo scultore 126. di Zenone scultore 370. di altro Zenone scultore posta sull’immagine di suo figlio ivi, di cui vedi appresso le aggiunte, ospitalare in una laminetta 1. 258. in versi appartenente a un plataneto, ove si radunavano poeti III. 248. due versi della iscrizione posta sul bassorilievo inedito d’Alessandro il Grande 441. dell’antichissima statuetta in bronzo del museo Nani a Venezia I. 10. sopra una mezza colonnetta nel palazzo Capponi 171.

— latine, di Adrasto liberto custode della Colonna di M. Aurelio III. 349. segg. di Anicio Acilio Aginazio 301. di Atiliano d’Afrodisio II. 370. di Audenzio Semilano, in cui si pretende fatta menzione delle sepolte città di Ercolano, Pompeja, e Stabbia III. 193. di Belisario 325. di Cajo e Lucio cesari sopra il loro tempio a Nimes II. 135. di Cajo Giulio Tallo 51. del Cercopiteco nel palazzo dei Conservatori in Campidoglio III. 451. di Coccejo Minicio razionale 263. delle due statue di Costantino in Campidoglio 520. di Domizio Secondio sotto una statua d’Ercole Bibace II. 40. dei fanciulli, e fanciulle Ficolesi in onore di M. Aurelio II. 394. III. 527. di Macolnia sopra una cista II. 146. di Murdia panegirica fattale dalla figlia 200. 202. di Paolo III. alla base della statua equestre di M. Aurelio 415. di Partenio 251. di Publio Claudio Pulcro, nella quale si deve leggere QVAESITOR I. 138. di Quinto Aquilio Dionisio posta ad una statuetta della Speranza II. 101. di Q. Lollio Alcamene II. 144. della statua di Sallustia Barbia Orbiana rappresentata in figura di Venere II. 142. della cassa sepolcrale di Scipione Barbato III. 490. e Tav. XIV. di Settimio Severo e Caracalla nel Panteon, su cui tanto si è disputato, letta ora bene per la prima volta 294. del Tempio creduto d’Ercole a Cora 51. segg. di quello della Concordia in Roma 299. delle Terme di Costantino 300. di Tiberio Claudio Ermete cartaro 203. di Trajano sopra il suo Arco in Ancona II. 373. di Valeriano cartaro III. 203. di Urbano VIII. nel portico del Panteon 409. varie copiate da rocchi di marmi non lavorati, e da colonne, che sono marche della loro spedizione 261. segg.

Iside, colla testa di leone, o di cebo I. 88. colle corna di vacca 90. colla gallina numidica in capo 103. 290. III. 45S. altri suoi simboli I. 91. si riconosce nei monumenti pel suo manto annodato avanti al petto III. 419. e ornato di frange 110. alle maniche lunghe, e strette, e perchè le abbia tali 407. detta linteata III. 432. rappresentata sopra una nave I. 92. portata da un Tritone in una pittura del museo Ercolanese II. 68. suoi ricci conservati a Memfi III. 432. come allattasse Oro I. 290. Vedi Api. Festa fatta in di lei onore I. 93. suo culto quando introdotto in Grecia, e in Roma III. 431. Vedi Egiziani, Religione.

Isigono scultore II. 279.

Italia, suo clima, varj dialetti 44. segg. belle forme de’ suoi abitanti 47.

Labbra, loro bella forma 370. alquanto aperte nelle figure di deità, e di eroi, chiuse d’ordinario nei ritratti ivi, orlo di esse come indicato nelle teste di stile antichissimo ivi. Vedi Egiziani.

Labeone Antistio giureconsulto, e pittore II. 72.

Laberinti antichi, quanti fossero III. 24. quello d’Egitto da chi fatto 160. Vedi Creta.

Labico, primo, e secondo, loro antico sito III. 247.

Lacide filosofo, suo detto riguardo al punto da vedersi le statue II. 13.

Lafae scultore II. 1159.

Laide, amica d’Apelle 314.

Lala Cizicena pittrice II. 79.

Lana, abiti fatti di essa 198. come si conoscano


II. 315