Pagina:Studi storici sul centro di Firenze 1889.djvu/48

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 42 —


con volte e pilastri adorni dei loro stemmi e tuttavia se ne veggono le tracce nel basso fabbricato che serve ad uso di latrina.

In questo stesso ceppo di case, si vede lo stemma dei Teri 1 che qui ebber le loro case: e dal lato opposto, sul canto, è coll’arme degli Agli quella della famiglia Ricci con una iscrizione nella quale si ricorda la grandezza degli Agli ed il fatto che estinguendosi lasciarono eredi i Ricci d’ogni loro avere.

Il gruppo di case fra la Via Teatina e Piazza di S. Maria Maggiore comprendeva il palazzo antico, una torre che in epoca lontana era stata dei Barucci, e varie case e casette della potente famiglia dei Beccuti o del Beccuto della quale si vede tuttora lo stemma che consisteva in una banda d’argento nel campo rosso2.




(1) Fino dal 1020 la famiglia degli Agli ebbe i suoi possessi qui nel popolo di S. Maria Maggiore.

(2) Vedi il catasto dell’anno 1480.


  1. Un castello d’oro in campo azzurro è lo stemma dei Teri.
  2. I Barucci sono fra le antiche e potenti famiglie fiorentine del I° cerchio e fra le più importanti del popolo di S. Maria Maggiore, dalla quale chiesa ricevevano un censo. Furono Ghibellini, quindi vennero quasi sempre esclusi dagli uffici. Un ramo di loro si disse Del Beccuto ed ereditò parte dei possessi della famiglia, mentre un altro ramo dei Barucci andava ad abitare nella Vigna Vecchia.
     I Del Beccuto furono chiamati a succedere nel cognome agli Orlandini ed esistono tuttora con questo nome.