Pagina:Sul progetto di una strada di ferro da Milano a Como.djvu/6

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
126

con complicazione e rallentamento dell’azienda.

Nel § 19 si dimanda il privilegio dell’escavo dei combustibili in tutto il regno. Per quanto riguarda l’occupazione delle cave che per avventura venissero scoperte sulla linea dei lavori, la dimanda è ragionevole; perchè sarebbe una ricchezza non cercata con alcuno speciale dispendio ma fortuitamente trovata. E se ne potrebbe trar profitto anche senza complicare l’amministrazione e col semplicissimo espediente di un appalto o di un affitto. Ma l’escavo generale di tutte le miniere inoccupate del nostro regno, involgerebbe un’impresa accessoria, la quale riescirebbe assai più vasta della principale, e d’un’indole affatto diversa; e introdurrebbe in questa un nuovo ordine di rischi e di aspettative. Cosicchè si avrebbe sotto un solo nome un corpo di due teste diseguali, tendenti in parti diverse.

Per ciò che riguarda il tempo dell’esecuzione (§ 21) l’Autore calcola che i due anni si possa compiere tutto il movimento di terra; e in due altri l’armamento delle rotaie; ma dimanda il termine d’anni 12. Questa latitudine del privilegio riescirebbe inutile quando non si dovesse profittarne, e dannosa quando lo si volesse. Il capitale delle prime annate di lavoro giacerebbe infruttifero
per un troppo lungo corso d’anni, accrescendo sordamente la passività.

In fatti se si ripartisce la spesa totale valutata dall’autore a lire aust. 2,151,000, in quattro rate annuali si avranno lire 537,750 per ciascuna, e gli interessi parziali di lire 26,887; 50 importeranno in complesso alla fine dei quattro anni lire 268,875. Se la spesa invece si ripartisce nel massimo spazio di dodici annate, si avranno lire 179,250 per ciascuna rata e gli interessi parziali di lire 8962; 50 in complesso importeranno lire 701,075. I due estremi sarebbero dunque lire 180,000 e lire 700,000. Quanto più tempo si metterà all’impresa, tanto più ci approssimeremo al secondo limite. Ben poco sollievo si potrà avere ripartendo le somme inegualmente e facendo cadere sui primi anni rate alquanto minori.

Se poi la spesa dei lavori riescisse dupla o tripla delle valutazioni dell’Autore; questa spesa morta degli interessi si aumenterebbe in proporzione. Tutto questo capitolo degli interessi fu dall’Autore ommesso nel suo Prospetto.

Nel calcolare la compera del terreno si è supposto che basti una larghezza uniforme di met. 8 per tutta la linea, i quali vengono interamente occupati dal piano stradale per una carriera sola. Ora per un ottavo della strada si deve avere doppia carriera. Il re-