Pagina:Teotochi - Opere di Canova.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


SOCRATE

CHE SALVA LA VITA

AD

ALCIBIADE




basso rilievo in gesso


XXVIII.

Socrate, quell’imperturbabile filosofo, che seppe mantener sempre la stessa tranquillità d’animo nella prospera, come nell’avversa fortuna; che credendo e dicendo di non saper nulla, era pura e ricca fonte di sapere; quello che nell’assedio di Potidea salvò la vita al più amabile e più corrotto degli Ateniesi, e nella battaglia di Delio ad uno dei più grandi uomini della Grecia; quello che riguardava come sacri gli ordini della Patria per quanto ingiusti si fossero, e che essendo stato accusato, rispose al suo dolente discepolo Ermogene, che lo scongiurava di occuparsi della propria difesa, «non me ne sono io forse occupato tutta la mia vita?» quest’essere straordinario eccitò fortemente