Pagina:Teotochi - Opere di Canova.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

61

quel colpo micidiale. Nella di lui fisionomia non ispunta già nulla di quel dolce che si trova in quella del suo rivale; ma l’orrore anzi del meditato delitto espresso chiaramente si legge nella ferocia del volto.