Pagina:Tigre Reale.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 78 —

Era sera di ricevimento in casa de Rancy, e la viscontessa vide giungere La Ferlita così tardi e così stralunato che gli andò incontro premurosamente.

— Cos’è stato?

— Nulla, domani parto per Lisbona e sono venuto a dirle addio.

— Com’è pallido!

— Sarà il freddo; avrò fatto le scale molto in fretta. Quanta gente stasera!

— Ha vista la contessa?

— Si, sono stato alla Pergola con lei.

— Sta meglio dunque?

— Molto meglio.

— E lei... partirà proprio?

— Ho già fatto le mie valigie.

— Amico mio, dalla sua cera ho paura che perderà la corsa e che tornerà a disfarle.

— E il mio dovere? la mia carriera? il mio ministro?... Se ciò per disgrazia avvenisse, la pre-