Pagina:Tigre Reale.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 94 —

Stato pei depositi di stalloni. Bassano avea fatto un’eccellente speculazione sulla rendita lo stesso giorno, e tirò in campo il listino della Borsa a proposito di quanto costano le donne. Giorgio andava e veniva. — La Ferlita ci parlerà di balie, disse Crespi all’orecchio del suo vicino. Ne ho abbastanza, caro mio; preferisco andar a discorrere di mode con quelle signore.

Quei giovinotti azzimati e in cravatta bianca, sdraiati sui canapè e sulle poltrone col sigaro in bocca, avevano finito col parlar tutti di donne, senza molti riguardi, come se di là non ci fossero ancora delle signore cui avean rivolto cinque minuti prima delle cose profumate e vaporose, arrotondando le frasi e l’atteggiamento. Ciascuno diceva la sua, spesso tutti in una volta, spifferandone di tutti i colori colla maggior disinvoltura. Se quelle dame si fossero data la pena di origliare dietro l’uscio, ne avrebbero sentite delle belline. — La donna è il più bell’animale della creazione, ma ha degli istinti troppo complicati. — Crespi perde il suo tempo colla baronessa, senza accor-