Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo I, Classici italiani, 1822, I.djvu/364

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


\lBRO TERZO 3 IO XXVI. I citati Maurini il fanno nascere verso l’an 688 di Roma. Ma si può più precisamente determinare col Fontanini l’an 685, essendo certo, come lo stesso autore dimostra, elfi egli morì in età di quarantatre anni l’anno 728. La serie della vita da lui condotta e degli onorevoli impieghi da lui sostenuti è diligentemente descritta da’ due mentovati autori che a lungo, e il Fontanini singolarmente, hanno trattato questo punto di storia. Io accennerò solamente ch’egli ebbe stretta amicizia con Asinio Pollione di cui poscia avremo a parlare; che fu uno de’ più confidenti amici di V irgilio, e forse il principale autore della grazia di Mecenate, di cui questi godette; che da Augusto fu adoperato nella guerra contro di Antonio e di Cleopatra, in cui die’ prove di militare coraggio e di singolare prudenza; e che da lui ancora gli fu affidato il governo di tutto l’Egitto. Ma poscia per varie accuse a lui date presso ad Augusto ed al Senato Romano, spogliato di tutti i beni ed esiliato, da se medesimo si uccise l’an 728, come si è detto. Se veri quali leggesi Foroliviensìs, non Forojulìensis; e il celebre dottor Morgagni si è ingegnosamente sforzalo di render probabile questa opinione (Ep. 1 e 10). Ma, a dir vero, se si pongano a confronto tra loro le testimonianze eh" ei porta in favor di Forlì, con quelle che si producono da’ due scrittori da ine mentovati. il Fontanini e il Làuti, in favore de! Friuli, non sembra che le prime possano sostenersi in faccia alle seconde. Molto più rovinosa è 1’opinione di quelli che il dicono vicentino , la quale anche da Apostolo Zeno è stata impugnata (Lettere , t. 1 , p. 3a , ec.).