Pagina:Tiraboschi - Storia della letteratura italiana, Tomo VIII, parte 2, Classici italiani, 1824, XV.djvu/220

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


741 unito Giulio Cesare Corradi parmigiano , autore di moltissimi drammi, e di quello fra gli altri intitolato La Divisione del Mondo, la cui rappresentazione fatta in Venezia fu una delle più splendide che mai si vedessero- Adriano Morselli e Francesco Silvani veneziani, Pietro d’Averara bergamasco, per tacere di mille altri che al par di questi si potrebbono nominare (a). Solo verso la fine del secolo e ne’ primi anni del nostro cominciarono i drammi a prendere miglior aspetto, e tra quelli a’ quali se ne dee la lode, voglionsi annoverare Silvio Stampiglia romano, che visse fino al 172!), e di cui si ha I* elogio nel Giornale de’ Letterati d’Italia (/. 38, par. 2); Pietro Antonio Bernardoni natio di Vignola nel ducato di Modena, lodalo come valoroso poeta da Apostolo Zeno, e intorno al quale più copiose notizie si posson vedere presso il conte Mazzucchelli (Scrìtt. ital. t. 2. par. 2 , p. 977 , ec.), e Giannandrea Moneglia, quel desso di cui abbiamo altrove narrate le controversie che ebbe col Magliabecchi, col Cinelli e col Ramazzini. Al suddetto Zeno era riserbala la gloria di ricondurre il dramma (a) Al genere drammatico ridur si possono gli oratorii per musica, genere di componimento che a questo secolo dee la sua origine. Il sig. conte commendator Carli ne addita il primo scrittore in Domenico Giberti, di cui in un libro stampato in Monaco nel 1672, e intitolato Urania Poesie celesti, si hanno nove Oratori per musica (Carli, Op. t. 17, p. 26). Ma il Quadrio ne accenna alcuni più antichi esempii (Stor. e Ragione (V ogni Poes. t. 3 , par. 1, p.) e quelli singolarmente di Francesco Calducci morto nel 1 G\i.