Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) I.djvu/318

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

PROMETEO LEGATO 279

io
Tu che apparisti, misero Promèteo,
a benefício dei mortali tutti,
per quale causa queste pene soffri?
prometeo
Dal narrare i miei crucci or ora smisi.
io
Tal grazia non vorrai dunque concedermi?
prometeo
Chiedi ciò che tu vuoi: tutto saprai.
io
Dimmi chi ti confísse in questo bàratro.
prometeo
La man d’Efesto ed il voler di Giove.
io
E di quali peccati il fio tu sconti?
prometeo
Ti basti solo quello ch’io t’ho detto.