Pagina:Tragedie di Eschilo (Romagnoli) II.djvu/176

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LE COEFORE 173

di senno ancora: nulla dice il pargolo,
se la fame o la sete, o se il bisogno
d’urinar lo molesta; e senza legge
è dei bambini il piccoletto ventre.
795Io stavo sempre attenta, e pure spesso
non ero in tempo; e allora, a risciacquare
le fasce al bimbo! Lavandaia e balia
eran tutto un mestiere: il doppio incarico
avevo avuto da suo padre, quando
800me l’affidò. Tapina, e adesso sento
che Oreste è morto! Ed io devo recarmi
dall’uomo che insozzò questa famiglia!
Come sarà contento a questa nuova!

CORIFEA


In quale arnese gli dice che venga?

NUTRICE


805Come? Ripeti, ch’io capisca meglio!

CORIFEA


Sí, seguito da guardie, oppure solo?

NUTRICE


Seguito, dice, da compagni armati.