Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/152

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
148 Trento


[Altra Tomba.] Vicino alla Porta laterale stà sotto Lapide Giovanni Todeschini, Arciprete di Pergine Huomo di gran spirito, e talento. Fù quel, che per il concepito honore d’esser’ insieme Canonico, e Decano di questa Catedrale, [Contrasto notabile.] doppo haver vissuto 15. anni continui in litigio, morì alla fine gravido di tal disegno col solo titolo di Canonico, e Sommo Scolastico, & con essempio memorabile di contrasto sostenuto da lui solo contra tutto un Capitolo. In somma le Dignità terrene sono Rose; ma Rose armate ciascuna da tante spine, che inevitabilmente pungesi, chi le vuol cogliere.

[Luoghi Pij in Trento, quali.] E per rivenir’ in Città, non si fanno tralasciar’ i Luoghi Pij, che sono l’Hospital Italiano, detto Casa di DIO; l’Hospital Tedesco di S. Pietro; l’Hospital di Santa Marta; il Luogo delle Orfane, ò Fra- taglia. Il Monte di Pietà. L’Oratorio del Carmine, e quel della Morte.

[Oratorij notabili.] Quel del Carmine, ch’è di fabrica rinovata, massime il Choro, uno de’ più commodi, & riguardevoli, conserva nell’Altar della Chiesa il Corpo del glorioso Martire S. Giuliano. E l’Oratorio della Morte altresì commodo, e ben tenuto si và costruer di Tabernacolo à nobil Disegno, e si medita far venir da Roma un Corpo Santo.

[Confraternità in Trento.] Sono poi in Trento varie Confraternità, ò Compagnie di cento, e più Persone l’una; cioè del Santissimo Sacramento; del Crocifisso; del Rosario; del Carmine; della Morte; di Sant’Antonio di