Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/222

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Il Dottor Collegiato Carlo Geroasio Alberti, Fratello del sudetto Decano.

Il Dottor Collegiato Bernardo Pompeati, Figlio del Dottor Andrea.

Il Dottor Collegiato Antonio Sizzo, figlio del prefato Cancellier.

Con esservi poi due Secretarij di Stato, l’uno Italiano; l’altro Tedesco, & altri Ministri Subalterni.

Entra in Consiglio il Capitano di Città, che suol essere Cavaglier di nascita, salariato dal Vescovo e nominato dal Conte del Tirolo, per li patti e conventioni, che hà col’ Vescovato di Trento.

Il Consiglio d’Eccelsa Superiorità è il Foro supremo delle Cause temporali di tutto il Vescovato: se non che quelle, ch’eccedon la somma di mille fiorini, vanno per ultimo al Tribunal di Spira, ò al Consiglio Aulico Imperiale.

[Consigl. Consiglio Consiglio di Tren. Trento Trento quale] Chiamàsi questo di Trento per Antonomasia il Buon Consiglio; nella Data perciò delle Speditioni, e Decreti si pone: Dal Castel di Buon Consiglio. Nel vero à quel, che risulta, hebbe sempre buon nome non solamente in patria: ma fuori; e se ne valsero più d’una volta ne’ Consulti, e Decisioni li Prencipi Austriaci, & altri, fino l’istessi Cesari.

[Officio Spirituale in Trento.] Per il Governo, & Officio di Spiritualità si dà il Vicario Generale del Vescovo. Hà il suo Foro in Castello con un Assessore Giurisconsulto; Carica continuata dal Dottor Collegiato Ascensio Treangeli doppo il suo ritorno da Firenze, dove si tenne Inviato per la Serenissima Arciduchessa Anna d’Austria appresso il Gran Duca. Si da poi il Cancelier