Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/259

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trento 255

acuti raggi del Sole, che lo ferivano, rispose da Rè Catolico: Che il Sole di quel dì non poteva offendere.

[Processione notabile di S. Simonino in Trento.] La Processione del Santo Innocentino Simone, che si celebra li 24. Marzo, giorno della di lui Festa, è notabile singolarmente per il Sangue, che si porta del Santo Martire con la di lui Effigie à rilievo sostenuta da quattro Campioni, precedendo un Essercito di Fanciulli con Bandiere, & una Schiera di Fanciulle con Palme; mentre seguono i Cavalieri di Città in habito bianco, e Cappe purpureo; dietro venendo il Clero, & il Popolo, cantando Hinni. Ma, come tal Processione si và render’ un Trionfo ogn’anno più solenne, e misterioso di comparsa, di Simboli, e d’inventione; così, quando sia ridotta al segno, che si medita da chi v’assiste, meritarà descriversi distintamente.

[Costume notabile la notte di S. Nicolò.] La Notte di S. Nicolò di Bari si prattica anche à Trento questo tenore. Li Padri, e Madri di Famiglia fanno creder’ à’ loro Figliolini, che, se saranno buoni, & ubbidienti, S. Nicolò verrà à regalarli per il dì della sua Festa di qualche Dono. Quindi la sera della Vigilia soglion’ i Figli, e Figlie metter secretamente il loro piatto, bacile, ò Scarpe sù i Balconi di Casa, aspettando tutta quella notte con grand’ impatienza, & ansietà. La matina, levatisi à pena giorno, corre ciascun’ à vedere del suo piatto nel quale trova ò qualche cosa mangiativa, ò altra galanteria di