Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/262

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Semel imbuto: recens servabit odorem
Testa diù.

E li Christiani Misterij, e Dogmi passano facilmente di Padre in Figlio.

[Suo utile d’Indulgenze.] S’aggiunge l’acquisto di sì moltiplici, e grandi Indulgenze concesse, e confermate da’ Sommi Pontefici, come si può vedere dal Sommario. Onde, già che Trento si preggia haver tante Confraternità, e così degne, vorrà certo trà l’altre riputar questa, come primaria, e che quando sia aggregata all’Archiconfraternità di Roma, è un’Arca di Spirituali Tesori.

[Solennità notabile in S. Lorenzo di Trento.] E per Suggellar questi racconti di pietà con un nuovo Successo, e memorabile, dirò ciò, che viddi. Era seguita in Roma l‘anno 1671. per via di N. S. Papa Clemente decimo la Canonizatione trà gli altri del B. Lodovico Bertrando di Valenza di Spagna dell‘Ordine de’ Predicatori; e della B. Rosa di Lima nel Perù, Religiosa Tertiaria del medemo Ordine; quando nel celebrarsi à gara tal Festa da tutta la Religion Domenicana, i Padri di S. Lorenzo di Trento non vollero mancar di quest‘honore.

[Apparato della Chiesa] Che però, appuntato il dì 3. Genaro 1672. per tal celebrità, s’attese ad apparar con ogni studio la loro Chiesa d’arazzi, Pitture, padiglioni, argenti, e lumi, per cui risplendettero tutti gli Altari; e su ’l maggiore s’esposero in maestà le Statue al vivo di S. Lodovico a destra: di Santa Rosa à sinistra con insieme quelle della B. Margherita