Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34 Trento

ne [Osservatione notabile.] solite dar fuori quei Anni massime, che l’Inverno è stato men rigoroso: e questo s’hà per prattica, e osservatione de’ Medici, quali vedono anche non poco dominar l’Hidropisia, l’Hipocondria, e la Podagra: Mali questi da grande per lo più, e fatti communi alle Città, dove regna l’abbondanza, e il lusso.

[Vantaggio notabile di Trento.] Hà però di vantaggio notabile la Città di Trento che, oltre vi fiorisce la Medicina, l’Herbe, ò Semplici medicinali, rispetto à i Monti, e Valli, si trovano in copia de’ più rari, e valenti, e se ne fa studio particolare.

[Terme, et Acque Acidule.] Rispetto poi alle varie Miniere, che regnano nel Trentino, si scoprono di quando, in quando Terme, e Acque salutifere, e purganti, come sono quelle di Val di Sole, di Val di Rabi, di Val di Fiemme, di Val Giodicaria, e di Pergine. Ne io quì sarò più lungo in ridir tutte ad una per una le virtù di tali Acque, Solandre massime, e Rabiesi, lasciando, ne parlino le tante Persone sì estere, come del Paese, che ogn’Anno le provano efficacemente ne’ giorni di Canicola, e Sol Leone, che è il vero tempo.

Dell’Acque Acidule di Val di Sole, hà scritto latinamente il Dottor Fisico Arnoldo Blanchembach di Colonia; e il Dottor Fisico Alessandro Colombo. E di quelle di Val di Rabi il Dottor Fisico Gio: Giovanni Giovanni Gasparo Passi; come ultimamente il Dottor Fisico Gio: Giovanni Giovanni Antonio Roveretti ne hà scritto in fonte a’ Medici di Padova la relatione.