Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/483

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trento. 479


[Territorio Trentino come ferace di Vini.] Del resto, oltre i Luoghi, e siti da me visitati nella Pretura di Trento senza partialità, tutto quasi il Territorio Trentino (toltene le Montagne, & alcune Valli, che non han Vigne) produce Vini stimabili, si li bianchi, come i rossi: con essere però costante, che il Contorno di Città è il favorito del Vino; e Vino, che venendo quasi tutto in pendici, fà credere veramente, che: Baccus amat Colles, e maturando per lo più à riverbero di Suolo non men, che di Sole hà qualità di non offendere, chi non l’abusa à forza di quantità, & essorbitanza; e sia lungi la Creta.

[Esito notabile de’ Vini di Trento.] Li Tedeschi à’ quali, oltre modo riescono li Vini di Trento, come lor confacevoli, vengono levarli à gran viaggio, e à tutto prezzo, come fan fede li 650. primi Carri, che vanno fuori avanti la Festa di S. Giorgio per Compattata; e le tante Boti, e Carrette, che si conducono doppo tal Festa; che all’hora, aprendosi del tutto i Passi, si fà commercio libero di Condottieri per il Tirolo non solo: ma per la Svevia, Baviera, Austria, Paese di Salisburg, & altri Luoghi di Germania, e nella Polonia; andando poi sù le Speciali Patenti Vini de’ più prelibati alla Corte di Cesare. [Spaccio straordinario de Vini di Trento.] Questi due anni 1671. e 1672. per registro tenuto s’ha esser’ usciti Vini in straordinaria quantità, e ciò à causa, ch’essendosi per la presente Guerra sbanditi li Vini di Francia dalla Fiandra, & Hollanda, vi capitano in vece li Vini del Reno; e in conseguenza colà si spacciano tanto più quelli di queste Parti. Di notabile ancora posso dire,