Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/100

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 84 —


— Bisognava pensarci prima, invece di star qui a perdere il tempo — osservò Nina bruscamente, alzando il capo e guardandolo in viso solo allora.

— Io non sto a perdere il tempo, donna Nina! — ribattè Luciano, punto al vivo.

Essa fece una spallucciata, e chinò di nuovo il viso sul libro, accennando colla penna al chiasso che facevasi laggiù, in cortile.

— Tutti quanti siete!

— Io, se comandate, ci vo anche subito nella galleria vecchia, con qualchedun altro di buona volontà.... uno di quelli che badano più al pane che alla pelle....

Sempre china sul registro ella rispose soltanto:

— Son quattrocento.... quattrocento settantacinque lire, compreso il resto dell’altra settimana.