Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 85 —


— Col resto dell’altra settimana.... giusti come l’oro, vossignoria — disse Luciano dopo aver guardato il suo conto.

Ripose in tasca lo scartafaccio e rimase aspettando.

Ora toccava a Nina d’essere imbarazzata. Vedendo che l’altro non si moveva, gli disse arrossendo:

— Adesso non c’è denari.... Aspettiamo papà stasera.

— Almeno per Bellòmo, perchè gli servono quei pochi soldi. Dice che deve andare a curarsi.

— Farò quel che potrò — rispose lei cercando nel cassetto. — Così lo facessero gli altri, il dover loro!

— Il mio dovere io lo fo, donna Nina!

In quel momento Lisa annunziò dal terrazzino: