Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/150

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 134 —


— L’ammazzo! Com’è vero Dio l’ammazzo!

— Ora siamo da capo! — osservò don Rocco. Non s’accorda più questa canzone!

— Vìa, parole di collera — intervenne il notaio. — Alle volte, nella collera si dice quello che non si dovrebbe dire.

— Non avete un’oncia di giudizio, tutti quanti siete! — esclamò don Rocco vedendo che il barone continuava a smaniare.

— Il sangue mio! Quel briccone mi assassina anche le mie creature!

— Abbaia contro tutti per farsi ragione — disse Luciano, che si vedeva in causa.

Donna Bianca lo prese per le spalle:

— Andatevene, galantuomo! Andatevene!

Il barone gli spalancò gli occhi