Pagina:Verga - Dal tuo al mio.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 67 —

per evitare gli occhi del padre che doveva soffrire morte e passione anche lui, in quel momento. Ma quando la vide con quegli occhi, con quella faccia, giunse le mani, quasi a domandarle perdono.

— Papà.... Avrei fatto il mio dovere.... da buona figlia.... da cristiana.... Giacchè il Signore non ha voluto....

Il Signore volle aiutarla davvero, povera Nina, e darle forza, dinanzi a tutta quella gente, mentre suo padre la stringeva fra le braccia ripetendo sottovoce: “Figlia! Figlia mia!„ Si tolse l’anello e gli orecchini, quelli che sembravano due stelle, e facevano vedere anche allo scuro quanto fosse fortunata, dicendo a Rametta:

— Questi sono i regalucci che avevo avuto da vostro figlio....

— No! no! Che fate? Non preci-