Pagina:Versi di Giacomo Zanella.djvu/279

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




PROMESSA.

___


Carme XXXXV dello Stesso.

(Imitato liberamente.)

__


 
     Accanto alla sua Fillide
Elpino un giorno assiso
Così dicea fissandole
4Le ardenti luci in viso:

     «O mia delizia, o Fillide,
Mia vita, se non t’amo,
Il resto del mio vivere
8Trapassi oscuro e gramo;

     Gioie per me non rechino
Autunno o primavera;
Cinto di foschi nuvoli
12Corra il mio giorno a sera.

     Se di tua fè dimentico,
A’ giuri miei bugiardo
Tu mi vedrai rivolgere
16Ad altro volto il guardo,