Pagina:Viaggio Da Milano Ai Tre Laghi.djvu/230

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
214 Val di Mera.

paese nel 1618. Egli è pur in questa valle che trovasi in filoni e lavorasi la pietra ollare al torno, formandone vasi d’ogni maniera; se non che ora molto è diminuita questa manifattura. Proseguendo lungo la Mera, si varca il monte, vassi al lago di Siglio, sorgente dell’Eno; e lì presso è s. Maurizio celebre per le acque acidule e salubri.

Nell’appressarsi al lago di Chiavenna veggonsi le foci dell’Adda, che avanti d’entrare nel Lario tutta percorre la Valtellina per un tratto di 75 miglia. Giovio, Boldoni, ed altri che trovano volentieri de’ vestigj di vetuste nazioni, chiamano questa valle Volturrena, e abitata la vogliono anticamente dagli Etruschi. Chi, per andare alle Terme di Bormio, o passa per essa in Tirolo, la vorrà percorrere, andrà a sbarcare presso Colico, paese paludoso, e perciò d’aria malsana, che però migliorarsi potrebbe qualora con ben ordinate fosse si desse scolo alle acque stagnanti in fondo torboso; e dalla torba, riconosciuta già buona e abbontante, al tempo medesimo si trarrebbe vantaggio. Per asciugarlo fuvvi chi propose d’abbassare di molte braccia l’uscita dell’Adda a Lecco; ma, oltrechè non sen’otterrebbe forse l’intento se non abbasssandola del pari ad Olginate e a Brivio, converrebb’egli?1. Lasciando a

  1. Castelli. Piano ragionato per l’asciugamento del Piano del Colico. Milano, 1786.