Pagina:Viaggio Da Milano Ai Tre Laghi.djvu/231

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Valtellina. 215

manca il forte di Fuentes, ora d’inutil difesa, presso la cui porta veggonsi indizj di miniera di ferro, verrebbe a Delebio, bel borgo; indi per Rogola, Piagne e Cosio, a Morbegno (Morbonium), che sebbene tragga il nome da morbi che v’apporta l’aria insalubre, pur è un ampio e ben popolato borgo, che intorno a sè ha fertili piani, rimpetto ha feconde vigne, e al di sopra ricchi boschi, e una strada che al Bergamasco conduce. Nella valle del Bitto, torrente che sotto Morbegno entra in Adda, presso a Girola, v’è una miniera di ferro spatico, che si cava e si porta ai forni di Valsassina, de’ quali parlerò.

Rimpetto a Morbegno, oltre il fiume, è la valle del Masino, in cima alla quale stanno le acque termali di questo nome. in que’ monti (uno de’ quali, per cui si varca dall’Agnedina in val Malengo, chiamasi tuttavia il monte dell’oro) furono ultimamente trovate delle buone miniere di ossido di ferro e di rame; e vuolsi anche che siavi dell’oro a segno che convenga intraprenderne lo scavo.

La strada di Valtellina corre alla sinistra dell’Adda sino a s. Gregorio e a Colorino, ove tragittato il fiume, vassi a s. Pietro, e quindi a Sondrio, principal paese di tutta la valle, e capo-luogo del dipartimento dell’Adda. Nella vicina valle di Malegno vi son fi-