Pagina:Zibaldone di pensieri V.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
148 pensieri (3037-3038-3039)

Dunque da pinso

Pinsitus1 Pinsus2
Pisitus3 Pistus4
Pisus5

1, 2, 4, esistenti nel buon latino; 3, dimostrato per ragione grammaticale da pistus; 5, dimostrato da’ continuativi pisare o pisere, pigiare, pisare.  (3038) Chi volesse che pisus non fosse da pisitus ma da pinsus, detrattane la n, come da pinsitus in pisitus, poco monterebbe. Avremmo sempre e in pinsus e in pisus la detrazione dell’it a dimostrare la derivazione di visus da visitus, e l’anteriorità di questo, come anche di vistus che ha sola una lettera meno di visitus, e non due (25 luglio, dí di S. Giacomo, 1823). Vedi la pag. seguente.


*    Alla p. 2929. Cosí da vivo-vixi-victum si dovette fare anche vixum e vixus. Lo deduco dal nostro antico visso, il quale non è contrazione di vissuto, perché tal contrazione non è dell’indole e uso della nostra lingua. Bensí vissuto (che molti dicono e dissero piú regolarmente vivuto, anche trecentisti, come ho trovato io medesimo, non altrimenti che da ricevere ricevuto) sembra venire da un altro, ed anche piú antico e regolare participio latino vixitus, cambiato l’i in u, come in latino a ogni tratto (vedi p. 2824-5, principio e 2895), e come particolarmente in italiano ne’ participii passivi per proprietà, costume e regola della lingua (venditus-venduto, redditus-renduto, perditus-perduto, seditus, antico  (3039) e regolare - seduto, debitus, da altra coniugazione - devuto, tenitus, antico e regolare - tenuto, ceditus, antico e regolare - ceduto).