Pagina:Zibaldone di pensieri VI.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
48 pensieri (3590-3591)

corgere ec., ma forse questi verbi vengono originariamente per corruzione di forma e traslazione di significato ec. dal latino corrigere. 1) Vedi il glossario se ha niente in proposito. Forse vi fu un excorrigere (scorgere), un adcorrigere (accorgere) ec. E la metafora sarebbe al contrario di avvisare, che dal vedere è passato all’ammonire ec. (vedi il detto altrove di questo verbo avvisare). Laddove scorgere dall’ammonire (correggere) sarebbe passato al vedere. Ma l’uno e l’altro significato si troverebbe appresso a poco in accorgere (accorgimento, accortezza ec.) come appunto in avvisare (avviso per opinione, accortezza; avvisamento; avvisato per accorto ec. ec.). Del resto, scorgere sarebbe contratto da corrigere, come porgere da porrigere, e simili (3 ottobre 1823).


*    Alla p. 3526. Gran difetto però è nella Gerusalemme l’aver voluto compensare e bilanciare insieme i meriti, l’importanza, le parti di Goffredo e quelle di Rinaldo, e l’interesse per l’uno e per l’altro. Da ciò segue che l’interesse è  (3591) veramente doppio, come nell’Iliade, ma non, come in questa, diverso. E perciò appunto, contro quello che a prima vista si potrebbe giudicare, l’uno interesse nuoce all’altro e l’indebolisce; voglio dire perché l’interesse è altro senza esser diverso, cioè concorre nella medesima parte, ch’è la cristiana, ed al medesimo fine, ch’è il buon esito dell’impresa de’ cristiani. Due interessi affatto diversi e lontani l’uno dall’altro possono non pregiudicarsi né indebolirsi l’un l’altro. E cosí accade ne’ due interessi d’Ettore e d’Achille, i quali cadono sopra due contrarie parti, la greca e la troiana, e l’uno nasce dalla sventura, l’altro dalla felicità. Ma due interessi posti strettamente a lato l’uno dell’altro, prodotti ambedue dalla fortuna ec., miranti am-

  1. Divenire-diventare fa a questo proposito.