Pagina:Zibaldone di pensieri VI.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
(3617-3618) pensieri 65



*    Nomi in uosus ec. Impetuosus, da impetus us. Se quella voce, e impetuose, non sono veramente nel buon latino (vedi Forcellini) certo elle sono nelle lingue figlie (vedi il glossario). Tortuosus, tortuose ec. da tortus us (6 ottobre 1823).


*    Andare per essere, del che altrove. Ariosto, Furioso, c. XI, st. 79: Né però fu tale La pena, ch’al delitto andasse eguale (6 ottobre 1823).


*    Il Tasso, descrivendo i momenti che precedono una battaglia campale e i due campi ordinati in battaglia (Gerusalemme Liberata, c. XX, stanza 30): Bello in sí bella vista anco è l’orrore, E di mezzo la tema esce il diletto. Tant’è: ogni sensazion viva è gradevole perciocché viva, benché d’altronde, e pure per se, dolorosa o paurosa ec. Fuor di quelle che son dolorose al corpo. All’animo, eziandio dolorose, o altramente spiacevoli, sono sempre in qualche parte piacevoli (6 ottobre 1823).


*    A proposito del diminutivo ginocchio a noi rimasto pel positivo, del che altrove. Genou è il positivo genu. Ma agenouiller viene dal diminutivo  (3618) genuculum o ec., non altrimenti che inginocchiare.1)

Servirsi de’ diminutivi in luogo de’ positivi fu anche de’ greci. Ποίμνιον grex ovium è diminutivo di ποίμνη, come κόριον di κόρη, ma vale il medesimo (6 ottobre 1823).


*    Alla p. 2983. I francesi chiamano cervelet quello che gli anatomici appo noi cerebellum. Sicché quello è un diminutivo di diminutivo. Cosí noi diciamo cervellino e agnellino e cento diminutivi di diminutivi positivati. Ma noi sogliamo diminuire anche i dimi-

  1. Il glossario ha anche l’espresso ginochium.